Il saluto dell'Arcivescovo Salvatore Gristina

E-mail Stampa PDF
Monsignor Gristina e la Signora MassiminoSono lieto di rivolgere il mio pensiero augurale alla Fondazione Catanese per lo studio e la cura delle malattie neoplastiche del sangue in occasione del venticinquesimo della sua nascita.

L’attività compiuta in tutti questi anni offre la possibilità di rilevare come anche una tragedia personale può divenire occasione di umana solidarietà e di cristiana apertura verso gli altri. Ciò è quanto accaduto con le tante benemerite ed esemplari attività della Fondazione, tra cui l’apertura della Casa Santella, luogo di accoglienza per i familiari dei pazienti ricoverati presso l’Istituto di ematologia del Ferrarotto.

Ho potuto constatare personalmente l’ammirazione che circonda la Fondazione, anche perché la sua Presidente, la Sig.ra Rosalba Massimino, riesce a coinvolgere tante competenze e buone volontà nelle iniziative che promuove.

Auspico che il traguardo sinora raggiunto possa procurare meritata soddisfazione alle persone che con il loro contributo hanno favorito il diffondersi della cultura dell’impegno solidale e sia di stimolo per guardare con speranza a quanto ancora il Signore chiederà di fare.

Alle più vive felicitazioni associo volentieri un ricordo nella preghiera.

Monsignor Salvatore Gristina
Arcivescovo di Catania
You are here: