Casa Santella fa tris con un nuovo alloggio al Policlinico

E-mail Stampa PDF

A metà novembre si è celebrato l'annuale incontro con gli amici della Fon.Ca.Ne.Sa. in una delle Case Santella. 

In questa occasione, il presidente della Fondazione, Rosalba Massimino, ha annunciato la prossima realizzazione di una terza struttura a disposizione dei malati e dei loro parenti. Si tratta di una casa-alloggio che verrà realizzata al Policlinico di Catania, in vista di un trasferimento ormai prossimo dell'Ematologia e del Trapianto Midollare, in seno alla Cittadella Universitaria, offerta che si aggiunge ai due stabili di via Salvatore Citelli.


Rosalba Massimino, con la sua tenacia e la sua determinazione, che porta avanti da 28 anni, è riuscita ad ottenere l'autorizzazione per utilizzare, per un'altra Casa Santella, una parte della struttura che in seno al Policlinico ha ospitato per parecchi anni la clinica pediatrica. Presto dunque saranno disponibili altri quindici posti letto, per la realizzazione dei quali verrà firmato un atto di cessione dell'Università a favore della Fon.Ca.Ne.Sa.. Da quel momento inizieranno i lavori e la casa di accoglienza potrebbe essere pronta per il prossimo anno. 

L'incontro dello scorso 19 novembre a Casa Santella, è stato un modo per ribadire l'impegno della Fon.Ca.Ne.Sa. a portare avanti tutte quelle iniziative, tra le quali le Lotterie, l'annuale Concerto, le borse di studio, per portare avanti la ricerca in campo ematologico. 

All'evento, erano presenti anche il vice prefetto Latino, il parroco della Chiesa Sant’Euplio don Fausto, il professore Rosario Giustolisi già direttore della Ematologia, il prof. Francesco Di Raimondo attuale direttore, il dott. Francesco Poli presidente del consiglio d’amministrazione di casa Santella, il presidente del distretto Sicilia della Fidapa, Eleonora Caserta, il prof. Ercole Cirino, il presidente dell’Avuls Lina Calì, e la dottoressa Cacciola.

QUI LE FOTO DELL'EVENTO

You are here: