La storia

E-mail Stampa PDF

La Fondazione Catanese per lo studio e la cura delle Malattie Neoplastiche del Sangue (Fon.Ca.Ne.Sa.), si costituisce a Catania il 21 maggio 1986. La Fon.Ca.Ne.Sa. nasce per volere dei genitori di Santella Massimino, una ragazza di vent’anni morta di leucemia, la quale, dopo l’esperienza personale del doversi curare fuori dalla propria città, quindi con grandi disagi logistici, ma soprattutto emotivi per il fatto di rimanere lontana dai propri affetti (che in molti casi riescono ad avere un’efficacia pari alla terapia), lasciò una volontà: dare a Catania la possibilità di poter curare tutte le forme di leucemia, per evitare i cosiddetti “viaggi della speranza”.

Pertanto, a supporto dell’Istituto di Ematologia dell’Università di Catania – Ospedale Ferrarotto –, i suoi genitori costituirono questa Fondazione che, ai sensi dell’ art. 2 del proprio statuto non ha scopo di lucro ed opera per l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale nei settori:-  Della ricerca scientifica sulla natura, diagnosi, decorso e terapia delle malattie neoplastiche del sangue.- Dell’assistenza sociale e socio-sanitaria in favore dei leucemici appartenenti a famiglie economicamente disagiate e supporto anche materiale e psicologico in favore dei relativi familiari.

Quanto al compito istituzionale di favorire la ricerca scientifica, in tutti questi anni la Fon.Ca.Ne.Sa. onlus ha supportato e supporta finanziariamente delle ricerche in campo onco-ematologico che sono state svolte presso l’Istituto di Ematologia  dell’Università di Catania e i cui risultati sono stati pubblicati su riviste internazionali. Inoltre, sono state finanziate borse di studio per l’Italia e l’Estero delle quali fruiscono giovani ematologi ed organizza congressi, meeting, tavole rotonde di carattere scientifico e sociale. In particolare, tra gli eventi culturali di grande prestigio va menzionato l’annuale concerto di beneficenza presso il Teatro Massimo Bellini di Catania durante il quale viene consegnato il premio di laurea “Santella Massimino”, il Comitato Tecnico Scientifico espone le attività scientifiche ed il Presidente  relaziona le attività socio-assistenziali svolte dalla Fon.Ca.Ne.Sa. onlus durante l’anno.

Nell’anno 2008 in seno alla seduta del Consiglio d’Amministrazione tenutasi in data 23/06/2008 è stato deliberato il finanziamento di tre progetti di ricerca il primo proposto dal Prof. Francesco di Raimondo Direttore della scuola di specializzazione di Ematologia “Divisione clinicizzata di Ematologia con Trapianto di Midollo Osseo” dell’ Azienda Ospedaliera Ferrarotto di Catania, il secondo dalla Dott.ssa Patrizia Guglielmo Responsabile dell’Unità operativa di onco-ematologia dell’Azienda Ospedaliera Garibaldi di Catania ed infine il terzo dal Dott. Giuseppe Milone in quanto Dirigente Medico Responsabile della sezione di Trapianto di Midollo Osseo dell’ Azienda Ospedaliera Ferrarotto di Catania.Per quanto concerne l’assistenza sociale e socio-sanitaria l’attività della Fon.Ca.Ne.Sa. onlus si compendia nella gestione di due case d’accoglienza gratuite “Casa Santella n° 1 e Casa Santella n° 2” entrambe le strutture anzidette sono destinate ad accogliere i malati e i prossimi congiunti degli ammalati in terapia ambulatoriale presso la clinica di Ematologia dell’Ospedale Ferrarotto di Catania.  

Inoltre, oltre ai pazienti ricoverati presso il reparto di ematologia della suddetta struttura, da molto tempo, l’accoglienza è stata ampliata anche ai pazienti della divisione di  cardiochirurgia dell’Azienda Ospedaliera Ferrarotto di Catania, all’ unità operativa di onco-ematologia dell’ Azienda Ospedaliera Garibaldi di Catania, all’ Azienda Ospedaliera  Cannizzaro di Catania ed anche all’Azienda Ospedaliera Vittorio Emanuele di Catania.  In tutti questi anni sono state ospitate migliaia di famiglie provenienti preminentemente da tutte le province della Sicilia.    Inoltre, l’ospitalità è stata data a stranieri provenienti dalla Germania, Albania, Spagna,Venezuela, Romania, Belgio, Pakistan ed Isole Mauritius.Volendo evidenziare le ospitalità offerte dalla Fon.ca.ne.sa. onlus dal 1999 ad oggi, rendiamo noto che sono state offerte gratuitamente nelle case d’accoglienza Casa Santella 1 e casa Santella 2, oltre 18.000 ospitalità tra malati e prossimi parenti.

You are here: